← Indietro

Cinque Terre: mare e roccia

Colline che si tuffano a mare. Riomaggiore, Manarola, la Via dell'Amore, Corniglia, Vernazza e Monterosso.

Cinque Terre: mare e roccia

Nel 1997 è stata dichiarata dall'Unesco "patrimonio mondiale dell'umanità". È l'area che racchiude i borghi delle Cinque Terre, un oasi di natura tra vigneti, uliveti e scogliere sul mare. Per un itinerario alla scoperta di questo meraviglioso angolo di Liguria si può utilizzare il treno o, nel periodo estivo, uno dei traghetti giornalieri che vi fanno tappa (gli orari si possono trovare online sul sito Navigazione Golfo dei Poeti). Da escludere l'auto con la quale si troverebbero solo difficoltà essendo i cinque borghi felicemente isolati dal traffico stradale. Ma per scoprire questo tratto di costa tra cielo e mare il modo migliore è percorrere i sentieri utilizzati da sempre per spostarsi dalla gente del posto. Una serpentina di 12 chilometri costellata da cinque suggestivi borghi stesi su piccolissime insenature o aggrappati a speroni di roccia a picco sul mare.

Si parte dalla più orientale delle Cinque Terre, Riomaggiore, dove si può arrivare in auto da La Spezia percorrendo la statale 370. Il piccolo borgo sembra sia stato fondato da profughi greci nella prima metà del XIII secolo e oggi appare come un mosaico di colori con le sue case variopinte che si affacciano su piccoli vicoli e stradine collegati da passaggi coperti o scalinate. Nella parte alta dell'abitato si trova la dimora del pittore Telemaco Signorini che più volte dipinse questi luoghi nelle sue tele e, in alto sul colle di Cericò, le rovine del Castello. Salendo ancora si arriva al Santuario della Madonna di Montenero da dove, attraverso un sentiero panoramico, si può raggiungere il borgo medievale di Volastra.

Per raggiungere Manarola è d'obbligo percorrere la via dell'Amore, il sentiero più famoso delle Cinque Terre scavato nella roccia a picco sul mare negli anni Trenta del secolo scorso. Vale la pena affrontarlo al tramonto per ammirare il panorama che offre quella che viene definita "la più bella passeggiata del mondo". Ci vogliono circa 30 minuti per arrivare e trovarsi al cospetto di case arroccate sulla roccia a strapiombo sul mare azzurrissimo e un piccolo porticciolo protetto da due speroni rocciosi. In alto, da vedere, la chiesa gotica della Natività di Maria Vergine.

Attraverso la via delle Trasparenze marine si va da Mararola a Corniglia. Il sentiero offre lo spettacolo del mare, del cielo e della vegetazione mediterranea che in prossimità del borgo si fa più fitta di castagni, lecci e pini. Il piccolo centro è adagiato su un promontorio roccioso, in alto un centinaio di metri sul mare, dal quale si riescono a vedere gli altri quattro borghi delle Cinque Terre. Tutt'intorno terrazzamenti e vigneti che danno vita al prodotto più famoso di questa zona, il vino. Che si tratti di bianco doc Cinque Terre o del passito Sciacchetrà non si potrà fare a meno di un assaggio. Da vedere una bellissima testimonianza gotico-ligure, la chiesa di San Pietro edificata sui resti di una cappella del XI secolo.

Ancora un sentiero che si snoda tra muretti a secco e uliveti per raggiungere Vernazza e le sue case-torri, il Torrione e il Castello dei Doria. Cuore dell'abitato la piccola piazzetta che si apre sul porticciolo. La chiamano "u cantu de musse", l'angolo delle chiacchiere. Vi si affaccia la chiesa di Santa Maria di Antiochia caratterizzata dall'alto campanile ottagonale che sembra un minareto. Da Vernazza partono vari sentieri che offrono passeggiate incantevoli, uno di questi porta al Santuario della Madonna di Reggio con la sua Madonna nera che si dice essere stata portata qui dai Crociati.

Ultima tappa il borgo di Monterosso, quello più a ponente. La torre campanaria della chiesa di San Giovanni, la torre del castello e la torre Aurora sono le tre delle tredici torri ancora in piedi che nel XVI secolo cingevano il borgo e lo proteggevano. Da visitare la parrocchiale trecentesca con la sua bella facciata gotica e il Convento e la Chiesa cappuccina di San Francesco dove sono custodite importanti opere d'arte attribuite a Van Dyck, Luca Cambiaso, Bernardo Strozzi. Per gli amanti del mare è il luogo ideale per una sosta visto che qui si trovano le spiagge più ampie e un mare di cristallo che fa da cornice a questa splendida opera d'arte della natura.

Proposte di soggiorno

Costa Morroni

Resort Levanto

Fuga d'inverno al mare delle Cinque Terre budget

Valida dal 20 Ott 2016 al 7 Apr 2017

da € 98,00 (per notte a camera)

Itinerari

Località principali

Hotel nelle vicinanze

0.00 Km

Grand Hotel Miramare

S. Margherita Ligure

0.00 Km

Costa Morroni

Levanto

A partire da € 110,00

0.00 Km

La Madonetta

Levanto

0.00 Km

Abbadia San Giorgio

Moneglia

0.00 Km

Vis à Vis

Sestri Levante

A partire da € 1.000,00

0.00 Km

Belmond Hotel Splendido

Portofino

0.00 Km

Imperiale Palace Hotel

Santa Margherita Ligure

0.00 Km

La Sosta di Ottone III

Levanto

0.00 Km

Eremo di S. M. Maddalena

Monterosso al Mare

0.00 Km

Hotel Helvetia

Sestri Levante

Altri link utili
Liguria (tutti gli hotel)
Cinque Terre Hotels
Sestri Levante Hotels
Levanto Hotels